Che cosa è un granuloma?

Un granuloma è una formazione infiammatoria che si forma quando il sistema immunitario cerca di isolare una sostanza estranea o un corpo che non è stato in grado di rimuovere. I granulomi compaiono in molti tipi di malattie, sebbene siano particolarmente comuni nelle malattie infettive e nelle malattie infiammatorie croniche.

Indice dei contenuti

Definizione e caratteristiche

In patologia, un granuloma è definito esattamente come una raccolta organizzata di macrofagi, in particolare istiociti, i macrofagi caratteristica del tessuto connettivo.

Oltre agli istiociti, i granulomi possono contenere altre cellule immunitarie, come linfociti, neutrofili, eosinofili o cellule di Langhans.

Tutte queste cellule sono distribuite in una matrice di collagene con una forma più o meno sferica cercando di isolare la sostanza rilevata come estranea.

Tuttavia, è molto comune usare la parola granuloma per riferirsi a quasi tutti i tipi di piccoli noduli, che è un uso molto vago, confuso e non specifico del termine che può variare da un piccolo nevo a un cancro o tumore maligno.

È anche molto spesso usato per riferirsi al tessuto granulare, essendo confuso con il tessuto granulomatoso.

Il tessuto granulare è un tipo di tessuto connettivo fibroso che si forma sui coaguli di fibrina durante la guarigione delle ferite. il tessuto granulomatoso, tuttavia, è un tessuto che presenta granulomi.

Per diagnosticare correttamente il tessuto granulomatoso, è necessario eseguire un taglio istologico e una colorazione del tessuto che ne consenta la visualizzazione.

Granuloma del microscopio
Granuloma sotto un microscopio e di colorazione ematossilina (blu) e eosina (rosa)

livello fisiopatologico, granulomi form in risposta agli antigeni che hanno resistito le cellule coinvolte nella risposta infiammatoria del primario, come i neutrofili ed eosinofili, e questa caratteristica è quella che rende i granulomi sono diverse da altri tipi di infiammazione.

Malattie con granulomi

I granulomi si formano in molte malattie che possono essere classificate in due grandi gruppi: infettive e non infettive. Le malattie infettive che possono verificarsi con granulomi includono:

  • Tubercolosi: batterio Mycobacterium tuberculosis.
  • Lebbra: batteri Mycobacterium leprae e, meno comune, Mycobacterium lepromatosis.
  • Schistosomiasi: nematodi parassiti del genere Schistosoma.
  • Istoplasmosi: fungo Histoplasma capsulatum.
  • Coccidioidomicosi: funghi del genere Coccidioides.
  • Blastomicosi: fungo Blastomyces dermatitidis.
  • Criptococcosi: funghi Cryptococcus neoformans e, meno comunemente, Cryptococcus gattii.
  • Malattia da graffio di gatto: batteri del genere Bartonella, principalmente B. henselae.

La percentuale di cellule immunitarie presenti nel granuloma può essere correlata alla malattia di base. Ad esempio, i granulomi con numerosi eosinofili sono comuni nella coccidioidomicosi e nelle malattie broncopolmonari fungine.

I granulomi con numerosi neutrofili suggeriscono blastomicosi, alcuni tipi di polmonite o malattia da graffio di gatto.

Nei granulomi di origine infettiva, anche la necrosi tissutale è comune e contiene una quantità significativa di cellule morte.

Nell’altra grande categoria, le malattie granulomatose non infettive, possiamo citare come esempi:

  • Malattia di Crohn: processo infiammatorio cronico intestinale
  • Sarcoidosi: malattia autoimmune che può colpire vari organi.
  • Febbre reumatica e artrite reumatica
  • Berilliosi: malattia causata dall’esposizione al berillio.
  • Noduli polmonari reumatoidi
  • Aspirazione di cibo e altre particelle nei polmoni
  • Granulomi associati a vasculite: alcune malattie si verificano in genere con granulomi, necrosi e vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni), ad esempio granulomatosi con poliangiite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.