Lezioni che ho imparato da smettere di vegetarismo

Vegetarismo valeva la pena di provare, però. Lo era. Soprattutto perché mi ha insegnato una manciata di lezioni davvero importanti, e mi piacerebbe condividerle con te.

Ho imparato ad ascoltare il mio corpo, soprattutto.

I nostri corpi forniscono una fonte di guida e saggezza se siamo disposti ad ascoltarli. Ho imparato che se sto seguendo una dieta o qualsiasi altra scelta di stile di vita e qualcosa si sente fuori nel mio corpo, non devo continuare con esso. Io non sono un” quitter ” o una persona cattiva per cambiare i corsi.

Non importa quanto mentalmente o emotivamente impegnato fossi al vegetarianismo, alla fine ho capito che i cibi che mangio dovrebbero nutrire e rafforzare il mio corpo — e non lo stavano facendo per me, quindi era tempo di cambiare. Non volevo rendere il mio corpo schiavo della mia mente o del mio ego.

Ho imparato a perdonarmi per non essere all’altezza dei miei ideali.

Siamo imperfetti. La vita è imperfetta. Gli ideali sono seducenti e sexy, e non c’è niente di sbagliato nell’essere un po ‘ idealisti, ma se ci aspettiamo che il mondo reale corrisponda sempre alle nostre visioni di “come dovrebbe essere”, saremo continuamente delusi.

Sono un eterno idealista e ho avuto la mia bolla scoppiata molte volte. Ma ho imparato che se riesco a incontrarmi a metà strada — permettendo a me stesso e al mondo di essere disordinato e imperfetto mentre faccio ancora il meglio che posso per vivere una buona vita — posso insegnare a me stesso il perdono, la grazia e la tolleranza.

Ho imparato a fidarmi della mia scelta di fare ciò che era giusto per me.

Alcune persone potrebbero non essere d’accordo con la decisione che ho preso. Non fa niente. Posso conviverci. Quello che non posso vivere è la sofferenza silenziosa di essere troppo paura di fare le mie scelte per paura di come apparirà agli altri.

Potremmo non essere sempre d’accordo con le scelte degli altri, ma tutti abbiamo bisogno della libertà di prendere le nostre decisioni intorno al nostro corpo e alla nostra salute. Ciò che è giusto per te sono affari di nessuno ma i tuoi, e solo tu puoi decidere di cosa si tratta.

Ho imparato a vedere il mondo in termini più sfumati e meno in bianco e nero.

Ho imparato che mangiare carne non deve essere tutto o niente-che è completamente possibile mangiare meno carne piuttosto che rinunciarvi completamente. Il mio tempo di essere vegetariano mi ha trasformato in un mangiatore più coscienzioso, e ancora non mangio carne per ogni pasto. Ringrazio anche ogni volta che mi siedo a mangiare. Ma ho trovato un equilibrio che funziona per me.

Ho sentito parlare di alcuni vegetariani che mangiano carne di tanto in tanto in segreto per mantenere l’immagine che stanno facendo quello che “dovrebbero” fare, cosa ci si aspetta da loro. Penso che se il consumo di carne non fosse un argomento tabù tra i vegetariani, potremmo sostenerci a vicenda in uno stile di vita più moderato piuttosto che impegnarci nel dogma degli estremi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.