National Gallery of Art

I registri dei fratelli Duveen documentano la ricerca di sedici anni dello studio e l’eventuale acquisizione della collezione Dreyfus, che comprendeva dipinti, sculture, piccoli bronzi, medaglie e placchette. Lasciata in eredità come parte del suo patrimonio alla vedova e ai cinque figli di Dreyfus (un figlio e quattro figlie), che avevano opinioni divergenti sulla sua disposizione, la collezione fu venduta solo dopo la morte della vedova nell’aprile del 1929. Duveen non volle separare la collezione di piccoli bronzi, medaglie e placchette di Dreyfus, e fu venduta intatta alla Fondazione Kress per un prezzo che veniva corrisposto con pagamenti rateali ogni tre mesi. (Duveen Brothers Records, numero di adesione 960015, Biblioteca di ricerca, Il Getty Research Institute, Los Angeles: bobina 301, scatola 446, cartelle 3 e 4; bobina 302, scatola 447, cartelle 1-6; bobina 303, scatola 448, cartelle 1 e 2; bobina 330, scatola 475, cartella 4.) Vedi anche la discussione di George Francis Hill “A Note on Pedigrees” nel suo catalogo, The Gustave Dreyfus Collection: Medaglie rinascimentali, Oxford, 1931: xii, commissionata dai fratelli Duveen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.