PELLEGRINAGGIO ALL’ERESIA

Priscillianism e donne

I Priscillianists incluso molte donne tra di loro, che sono stati accolti come uguali degli uomini. La loro insistenza sul celibato spiega alcuni l’accusa di manicheismo livellato contro Priscillian. Che i Priscillianisti partecipassero a “Orge” nella tenuta di Euchrotia sembra particolarmente sospetto dato tali pratiche.

In Pellegrinaggio all’eresia, ho fatto un caso per il controllo delle nascite per i credenti nel messaggio gnostico di Priscillian che non potevano seguire tutte le sue restrizioni alla lettera per motivi familiari. Non c’è assolutamente alcuna prova che Priscillian abbia fatto una tale affermazione, ma, data la sua chiara comprensione che non tutti potrebbero seguire una chiamata così severa da rimanere celibi, e l’accettazione che alcuni sono chiamati al matrimonio e alla famiglia, non credo di averlo fatto un’ingiustizia suggerendo questo. Questa è solo la mia interpretazione.

Il priscillianesimo, nonostante le misure molto severe adottate da Massimo per contenerlo, continuò a diffondersi in Gallia, specialmente su entrambi i lati delle colline pedemontane dei Pirenei, così come in Spagna in generale, e nel nord della Spagna in particolare. La chiesa istituita vista di Priscillian come un eretico e un Manicheo si posò su di Agostino, Turibio di Astorga, Leone magno e Orosius (che cita un frammento di una lettera di Priscillian s), anche se al Concilio di Toledo del 400, quindici anni dopo Priscillian morte, quando il suo caso è stato esaminato, la più grave accusa che potrebbe essere portato era l’errore di traduzione della parola innascibilis (“unbegettable”).

Dopo Priscillian

Priscillian è stato a lungo onorato come un martire, non come un eretico, soprattutto in Gallaecia (moderna Galizia e Portogallo settentrionale), dove il suo corpo è stato reverenzialmente restituito da Treviri. Il Prof. Chadwick e altri hanno affermato che i resti trovati nell’viii secolo nel sito ridedicato a San Giacomo il Grande— Santiago de Compostela-che ancora oggi sono un luogo di pellegrinaggio sul Cammino di San Giacomo, non appartengono affatto all’apostolo ma a Priscillian. “Kieran”, uno dei miei personaggi principali in Pellegrinaggio all’eresia, delinea le ragioni per cui questo potrebbe essere molto dettagliato all’inizio del romanzo.

Le invasioni barbariche della Spagna negli anni iniziali del V secolo gettarono l’intera penisola in confusione. I Sueves erano pagani al loro ingresso in Spagna e quelli che seguivano il cristianesimo tradizionale lo facevano secondo le loro pratiche, la maggior parte delle quali erano basate sull’arianesimo.

Quando fondarono il loro Regno in Galizia nel 464, l’arianesimo era la religione di Stato piuttosto che il cattolicesimo romano. Non c’è nulla che suggerisca che i vescovi ariani in questo momento fossero attivi nella soppressione del paganesimo. Priscillianism è stato tollerato come molte delle sue credenze erano simili, infatti, alla religione di stato,e non è stato fino a San Martino di Braga (da non confondere con San Martino di Tours), l’apostolo dei Sueves, che Priscillianism è visto per essere spinto indietro sotterraneo. Come apprendiamo dal suo De correctione rusticorum, il paganesimo che Martin incontrò nei distretti di campagna della Galizia consisteva in credenze e pratiche magiche e nel culto superstizioso di alberi, pietre e fontane. St. Martin era inizialmente relativamente mite nel suo atteggiamento nei confronti di coloro che praticavano l’idolatria. Il paganesimo secondo lui non era dovuto alla malizia, ma all’ignoranza.

Tuttavia, al Concilio di Braga (ora parte del Portogallo) presero parte otto vescovi. Ventidue decreti sono stati promulgati, tra gli altri che nei servizi della chiesa, lo stesso rito dovrebbe essere seguito da tutti, e che sulle veglie e nelle messe solenni le stesse lezioni dovrebbe essere detto da tutti; che i vescovi e sacerdoti dovrebbero salutare il popolo con Dominus vobiscu senza le modifiche introdotte dal Priscillianists; di Massa, che deve essere detto, secondo l’ordo inviato da Roma per Profuturus; che il modulo utilizzato per il battesimo nella sede Metropolitana di Braga non deve essere modificato; che nulla deve essere cantato in chiesa, ma i Salmi e le parti dell’Antico e del Nuovo Testamento (e quindi non c’è menzione di Apocrifi era consentita); e che tutti i sacerdoti che si sono astenuti dal mangiare la carne dovrebbe essere obbligato a mangiare le verdure cotte in carne, per evitare ogni sospetto di contaminazione del Priscillianism.

Il priscillianesimo si trova ancora oggi in Galizia? Sono stato assicurato da coloro che sanno che è così, e io stesso ho partecipato a un servizio vicino a O Cebreiro dove non c’erano posti, ma la comunità si è raccolta intorno al sacerdote mentre diceva la Messa a Gallego. Chiedete a molte persone istruite della provincia e vi diranno che San Giacomo non è mai tornato in Galizia, che il messaggio di Priscillian è tutt’altro che sconosciuto e che il bellissimo scrigno d’argento nella cripta della cattedrale contiene uno dei loro.

C’è molto scritto su Priscillian in spagnolo, e quasi altrettanto in tedesco, ma nonostante il fatto che l’anno scorso, più persone provenienti da altri paesi hanno guadagnato la loro Compostela rispetto ai pellegrini spagnoli, il suo nome è ancora praticamente sconosciuto al di fuori della sua nativa Spagna.

I resti di Priscillian riposano a Compostela piuttosto che a San Giacomo?

Forse non lo sapremo mai per sure…As Ho scritto:

“Un mistero perhaps forse”

Tracy Saunders

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.