Philip Livingston

Philip Livingston (15 gennaio 1716 – 12 giugno 1778) è stato un delegato al Secondo Congresso Continentale di New York che ha firmato la Dichiarazione di Indipendenza.

Sebbene Filippo fosse nato in una famiglia influente e avesse ricevuto una buona educazione, non ereditò la ricchezza di suo padre. Ha trovato il successo come mercante e alla fine è stato coinvolto in politica.

Avrebbe continuato a servire insieme ai colleghi delegati di New York al Congresso continentale: Il film è stato diretto da William Floyd, Lewis Morris e Francis Lewis.

Vita familiare e carriera

Philip nacque da un’influente famiglia politica a New York. I Livingston erano emigrati dalla Scozia a New York nel 17 ° secolo. Il Livingston è salito alla ribalta e all’inizio del 18 ° secolo e aveva stabilito molta influenza sul teatro politico.

Philip era il figlio di Lord Livingston che possedeva una grande fortuna e fu determinante nello sviluppo dello Yale College. Ha anche investito nel lucroso business del commercio di schiavi. Philip e suo fratello William sarebbero diventati leader nella fondazione degli Stati Uniti d’America.

Filippo avrebbe firmato la Dichiarazione di Indipendenza e William avrebbe firmato la Costituzione degli Stati Uniti.

Philip Livingston Sr., è stato un grande donatore allo Yale College e non è stata una sorpresa che suo figlio Philip abbia frequentato Yale. Si è laureato a Yale e ha iniziato a perseguire una carriera come mercante. Nel corso del tempo è stato in grado di acquisire una grande fortuna e diventare una figura influente nella politica di New York.

Questa è stata una bella impresa proveniente da una famiglia politica di spicco e di essere il quarto figlio. Non era in linea per essere il successore di suo padre, ma ha avuto molto successo nel suo mestiere. Aveva un set di abilità unico e molto carisma. Nel 1754 servì come delegato al Congresso di Albany.

Ha contribuito a creare un piano per l’unificazione delle colonie che ha avuto origine con Benjamin Franklin, ma è stato respinto da re Giorgio III.

Mentre gran parte di New York rimase fedele alla Gran Bretagna durante il Stamp Act e gli Atti intollerabili, Philip si allineò rapidamente con la setta radicale del Congresso. Ha partecipato al Congresso Stamp Act e si è unito al Comitato di corrispondenza.

Fu nominato Presidente del Congresso Provinciale di New York e fu nominato delegato al Secondo Congresso continentale. Insieme ad altri radicali ha contribuito a guidare il dibattito sul pavimento per l’indipendenza dalla Gran Bretagna.

New York avrebbe votato a favore dell’indipendenza dalla Gran Bretagna e si sarebbe unita alla causa della guerra d’Indipendenza americana.

Mentre prestava servizio nel Senato dello Stato di New York Philip Livingston sarebbe morto improvvisamente. Tutto il Congresso avrebbe partecipato al suo funerale e sarebbe stato sepolto nel cimitero di Prospect Hills.

Charles Goodrich, autore delle vite dei firmatari della Dichiarazione di Indipendenza, lo ha registrato nei giorni successivi alla sua morte:

il giorno della sua morte, la sua morte è stata annunciata la metà del congresso, e da quel corpo le seguenti deliberazioni:

“il Congresso di essere informato che il Signor P. Livingston, uno dei delegati per lo stato di New-York, è morto la scorsa notte, e che le circostanze richiedono che il suo corpo sia sepolto questa sera,

“Risolto, che il congresso sarà in un corpo il funerale di questa sera, alle sei del mattino, con un crape giro il braccio, e continuerà a lutto per lo spazio di un mese.

“Ordinato, che il signor Lewis, il signor Duer, e il signor G. Morris, sii un comitato per sovrintendere al funerale; e che il Rev.. Duffield, il cappellano presente, essere avvisato di officiare in questa occasione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.