Plutone nella 3a casa-Una mente istintiva

“La cosa strana del modo in cui funziona il mio cervello è che l’unica cosa che mi ha mai fatto sentire calmo è sapere chiaramente cosa voglio.”.

Emma Stone-Plutone in 3rd House

Plutone è il pianeta che rappresenta la forza dell’istinto. Plutone parla di cambiamenti, di trasformazione. La sua energia trasmuta la nostra coscienza. Come il dio degli abissi, Plutone cerca i tesori che si trovano sotto la superficie, attraversando l’oscurità alla luce. L’area della vita o processo di coscienza che rappresenta la casa astrologica in cui troviamo Plutone diventa la porta per il completamento di un processo di trasformazione iniziato con la nostra nascita. Siamo di fronte alla paura del cambiamento, di lasciare il passato alle spalle. Se prendiamo l’esempio della crisalide e della farfalla, è come quando nasciamo, siamo già farfalle. Il compito di Plutone è quello di rimuovere la crisalide che ancora ci circonda. Possiamo equiparare la crisalide alle nostre repressioni e tensioni. Plutone ci chiede di indagare su di loro.

Quando Plutone è nella 3a Casa, possiamo sentire che il nostro ambiente immediato ci controlla, in un modo o nell’altro. Possiamo credere di non avere il diritto di parlare, studiare e persino pensare. Per qualche ragione, la comunicazione e lo scambio di idee sono tabù e risvegliano le nostre paure più profonde e irrazionali. Dentro di noi c’è un forte desiderio di esprimere le nostre opinioni e allo stesso tempo, siamo terrorizzati di farlo. Possiamo provare senso di colpa e vergogna per quanto riguarda la nostra intelligenza, la nostra espressione verbale o scritta, e di conseguenza, impariamo a controllare ciò che esprimiamo. Quelle paure, sensi di colpa o vergogna possono essere stati appresi dal nostro ambiente immediato, a scuola, nel quartiere, attraverso i nostri fratelli. Non è che le persone intorno a noi agiscano deliberatamente per condizionare la nostra espressione mentale, ma piuttosto è la nostra percezione che guarda alla realtà attraverso un filtro di sfiducia. Forse è un condizionamento che viene dai nostri antenati. Alcuni astrologi menzionano che Plutone rivela il ricordo della nostra anima. In ogni caso, con questa posizione, possiamo sentirci fraintesi, controllati o attaccati a causa delle nostre osservazioni, fino a quando non iniziamo a dubitarli o a silenziarli. Plutone ci invita a perdere la paura di pensare.

Forse c’è una tendenza allo stress mentale. Può essere suscitato un bisogno compulsivo di studiare, scrivere o parlare, che agisce come un meccanismo di coping per mantenere il controllo dei nostri pensieri e idee. Possiamo cercare ovunque informazioni, anche se con Plutone nella terza casa, è il nostro pensiero che deve uscire dalla crisalide.

Con questa posizione, potremmo avere difficoltà a esprimere la nostra verità. L’onestà può essere una delle qualità che dobbiamo sviluppare. Non è che abbiamo la tendenza a cambiare i fatti (a meno che non abbiamo un Nettuno forte e conflittuale), ma piuttosto tendiamo a nascondere ciò che pensiamo. La radice di questo comportamento è la stessa: la paura di esprimere le nostre idee. Forse abbiamo anche la tendenza a voler controllare il nostro ambiente immediato, le conversazioni, ciò che viene comunicato. All’interno della nostra memoria dell’anima ci sono esperienze di incarnazione in cui le idee sono state controllate o bloccate. Con Plutone nella 3a casa, dobbiamo fare un viaggio interiore verso le paure che ci impediscono di sentirci liberi di generare le nostre idee e comunicarle. Allo stesso tempo, abbiamo una grande capacità di comprendere la nostra mente inconscia e, di conseguenza, quella degli altri. Il desiderio di capire è intenso. Il segreto è lasciarsi guidare dal nostro istinto.

Gli errori sono, dopo tutto, il fondamento della verità, e se un uomo non sa cosa sia qualcosa, almeno sapere cosa non sia aumenta la sua conoscenza.

Carl Jung-Plutone nella 3a Casa

Con Plutone nella 3a casa, è attraverso tentativi ed errori che scopriamo il nostro linguaggio mentale. Abbiamo il potere di comprendere così profondamente il nostro ambiente che nulla ci sfugge. Si può dire che, con questa posizione, le nostre capacità di osservazione sono come quelle di un falco.

Plutone nella terza Casa ci chiede il recupero della nostra mente e dei nostri processi mentali. A seconda degli aspetti e della posizione del sovrano della 3a Casa e dello Scorpione, il compito sarà più o meno intenso. Tuttavia, con la nostra grande capacità di ricerca, una volta fatto ciò, saremo in grado non solo di capire ma anche di spiegare i comportamenti istintivi della natura umana. Il tema con questa posizione sta sviluppando la nostra conoscenza e confidando nella nostra percezione.

Carl G. Jung (1875-1961), il fondatore del campo della psicologia analitica aveva Plutone in Casa 3. Ha indagato e definito le personalità introverse ed estroverse, archetipi-modelli psicologici o modelli che abitano l’inconscio collettivo (la nostra comprensione condivisa e l’esperienza come esseri umani). Ha anche studiato di antiche conoscenze di psicologia come l’Astrologia, i Tarocchi e il Libro dei cambiamenti – I Ching. Ancora oggi molte delle risorse utilizzate da Jung rimangono tabù per molti studiosi di scienza. Tuttavia, la sua ricerca è ancora valida, essendo uno degli individui più influenti nella psicologia moderna.

Sei interessato a una lettura astrologica personale? Scopri tutte le opzioni sulla mia pagina di consultazione.

ISCRIVITI!Non perdere nuovi articoli! Con il tuo abbonamento, riceverai un coupon di sconto del 10% per il rapporto “Qual è il tuo destino? Lo scopo della tua anima”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.