Resistenza agli antibiotici: il mondo al culmine dell ‘era post-antibiotica’

Che cosa è un superbug?
Didascalia immagine Che cos’è un superbug?

Il mondo è sull’orlo di una “era post-antibiotica”, hanno avvertito gli scienziati dopo aver trovato batteri resistenti ai farmaci usati quando tutti gli altri trattamenti hanno fallito.

Hanno identificato batteri in grado di scrollarsi di dosso il farmaco di ultima istanza – colistina – nei pazienti e nel bestiame in Cina.

Dissero che la resistenza si sarebbe diffusa in tutto il mondo e avrebbe sollevato lo spettro di infezioni non trattabili.

È probabile che la resistenza sia emersa dopo che la colistina è stata abusata negli animali da allevamento.

I batteri che diventano completamente resistenti al trattamento – noto anche come l’apocalisse antibiotica-potrebbero far precipitare la medicina nel medioevo.

Resistenza agli antibiotici:
Didascalia dell’immagine Resistenza agli antibiotici: “La gente morirà’

Le infezioni comuni ucciderebbero ancora una volta, mentre la chirurgia e le terapie contro il cancro, che dipendono dagli antibiotici, sarebbero minacciate.

Giocatori chiave

Gli scienziati cinesi hanno identificato una nuova mutazione, soprannominata il gene MCR-1, che impediva alla colistina di uccidere i batteri.

Il rapporto sulle malattie infettive Lancet ha mostrato resistenza in un quinto degli animali testati, nel 15% dei campioni di carne cruda e in 16 pazienti.

Pig
Didascalia dell’immagine La resistenza è stata scoperta nei suini, che vengono abitualmente somministrati ai farmaci in Cina.

E la resistenza si era diffusa tra una serie di ceppi batterici e specie, tra cui E. coli, Klebsiella pneumoniae e Pseudomonas aeruginosa.

Ci sono anche prove che si è diffuso in Laos e Malesia.

Il prof Timothy Walsh, che ha collaborato allo studio, dell’Università di Cardiff, ha dichiarato al sito Web della BBC News: “Tutti i principali attori sono ora in atto per rendere il mondo post-antibiotico una realtà.

“Se MCR-1 diventa globale, che è un caso di quando non se, e il gene si allinea con altri geni di resistenza agli antibiotici, che è inevitabile, allora avremo molto probabilmente raggiunto l’inizio dell’era post-antibiotica.

” A quel punto se un paziente è gravemente malato, diciamo con E. coli, allora non c’è praticamente nulla che tu possa fare.”

Batteri

La resistenza alla colistina è emersa prima.

Tuttavia, la differenza cruciale questa volta è che la mutazione è sorta in un modo che è molto facilmente condiviso tra i batteri.

“La velocità di trasferimento di questo gene di resistenza è ridicolmente alta, che non sembra buono,” ha detto il prof Mark Wilcox, da Leeds Teaching Hospitals NHS Trust.

Il suo ospedale si occupa ora di più casi “in cui stiamo lottando per trovare un antibiotico” ogni mese – un evento che descrive come “raro come i denti delle galline” cinque anni fa.

Ha detto che non c’era un singolo evento che avrebbe segnato l’inizio dell’apocalisse antibiotica, ma era chiaro “stiamo perdendo la battaglia”.

Come si diffonde la resistenza

La preoccupazione è che il nuovo gene di resistenza sarà collegare con gli altri che affliggono gli ospedali, portando a batteri resistenti a tutti i trattamenti – ciò che è noto come pan-resistenza.

Il prof Wilcox ha detto al sito web della BBC News: “Temo che arriveremo a una situazione di organismo non trattabile? In definitiva sì.

” Che ciò accada quest’anno, o l’anno prossimo, o l’anno dopo, è molto difficile da dire.”

Le prime indicazioni suggeriscono che il governo cinese si sta muovendo rapidamente per affrontare il problema.

Il prof Walsh incontrerà entrambi i ministeri dell’agricoltura e della salute questo fine settimana per discutere se la colistina debba essere vietata per uso agricolo.

Mappa globale dei decessi
Didascalia dell’immagine Proiezioni dei decessi per infezioni resistenti ai farmaci di 2050

Prof Laura Piddock, dal gruppo di campagna Antibiotic Action, ha detto che gli stessi antibiotici “non dovrebbero essere usati in medicina veterinaria e umana”.

Ha detto al sito Web della BBC News: “Speriamo che l’era post-antibiotica non sia ancora alle porte. Tuttavia, questo è un campanello d’allarme per il mondo.”

Ha sostenuto che l’alba dell’era post-antibiotica “dipende davvero dall’infezione, dal paziente e se ci sono opzioni di trattamento alternative disponibili” poiché le combinazioni di antibiotici possono ancora essere efficaci.

Nuovi farmaci sono in sviluppo, come teixobactin, che potrebbe ritardare l’apocalisse, ma non sono ancora pronti per l’uso medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.